1a Vogada dell'anno 2017

    

La tradizionale manifestazione di apertura delle attività remiere del 2017 “Prima Vogada dell’Anno”, promossa e organizzata dalla nostra Associazione con finalità aggregativa e benefica, si è snodata nella mattinata di domenica 15 dicembre in una Venezia limpida e tersa.

Giunta ormai alla sua 39a edizione, la “Prima Vogada dell’Anno”, è divenuta per le Remiere, per l’IRE e per la città di Venezia un appuntamento che ormai si può definire di bella tradizione.

Nonostante il freddo e delle previsioni minacciose che hanno lasciato fino all’ultimo l’incertezza sulla possibilità di dare svolgimento alla manifestazione, quest’anno c’è stata una grandissima partecipazione delle Remiere, che hanno accolto il nostro invito esprimendo vivo apprezzamento per l’iniziativa e l’organizzazione.

Al raduno in bacino Santa Chiara, oltre il ponte della Costituzione, si sono presentati gli equipaggi delle Remiere di Venezia e della Terraferma fra le quali Bucintoro, Querini, Tre Archi, Settemari, Serenissima, Voga Veneta Lido, Diadora, Gruppo Sportivo S.Polo dei Nomboli, Duri i banchi, Squero vecio CRA Generali, G.S. Artigiani Venezia, Remiera Ponte dei Sartori, Remiera Casteo, Canottieri Cannaregio, Amici del Caicio, Canottieri Mestre, Circolo Velico Casanova, Gruppo Sportivo Voga Riviera del Brenta, Rari Nantes Patavium, fino al Circolo remiero El Bisato di Battaglia Terme, la Scuola Navale Militare "Francesco Morosini" e …

I colori delle numerose Associazioni presenti con caorline, gondole, batełe, ballotine, sandoli e mascarete, hanno vivacizzato il Canal Grande, sfilando in corteo, al seguito della quatordesona “Mestrina” ammiraglia del Gruppo Sportivo Voga Veneta Mestre.

Ospite d’onore in poacheta della quatordesona “Mestrina”, in rappresentanza del Sindaco, il Delegato alle Tradizioni Giovanni Giusto, che ha portato al mondo della Voga alla veneta e agli ospiti dell’IRE il saluto del Sindaco Luigi Brugnaro.

In Bacino San Marco, all’invito della nostra presidente Silvia Maguolo, tutti gli equipaggi hanno reso omaggio con il consueto alzaremi augurale e di saluto “Per Venezia e la sua Laguna, per San Marco, per la Terraferma e le sue Acque, per un 2017 di Voga, di salute e solidarietà!”.

Infine a destinazione, attraverso Rio dei Greci, i vogatori, carichi dei doni portati agli ospiti della Casa di riposo San Lorenzo dalle Associazioni Remiere, e dalla Benefica “Duri i banchi” fedele al suo al motto “Amarsi, Beneficare e Divertirsi”, sono stati accolti da un rinfresco con vin brulé preparato dal nostro gruppo e da una calda ed apprezzatissima pasta e fagioli, cotechino, bollito, purè e verze, offerti  dall’I.R.E. - Istituzioni di Ricovero e di Educazione.

A conclusione della manifestazione la consueta animazione del Coro della Voga Veneta Mestre e, a sorpresa, la splendida esibizione, fra i tavoli degli ospiti della Casa di Riposo, di tre coppie di ballerini di tango della Rari Nantes Patavium.

Commoventi i ringraziamenti degli anziani ospiti per la vicinanza manifestata da una parte della Città, viva e, come ha detto Giovanni Giusto “attenta nel riconoscere i meriti di chi ci ha preceduto e ci ha insegnato ad apprezzare, vivere e trasmettere i valori veri e belli della vita”.

Commovente anche l’apprezzamento per l’impegno e l’umanità con la quale il Direttore Gianangelo Favaretto e l’intera equipe dell’IRE e i volontari coinvolti dedicano per alleggerire il peso dell’età con sensibilità e profondo rispetto alla dignità umana.

A questi ringraziamenti si unisce il mondo della Voga per la generosa accoglienza ricevuta in una giornata d’incontro e di festa condivisa in un virtuoso legame fra sport, tradizioni e solidarietà sociale!

 

39 a “PRIMA VOGADA DELL’ANNO” - 2017  

La forza del nostro Gruppo

Un ottimo inizio con l’evento di apertura di questo nuovo anno di attività che va a concludere il 40° dalla nostra fondazione, ricordato anche in questa occasione con la consegna a Gianangelo Favaretto, Direttore della Casa di Riposo dell’IRE di San Lorenzo e a Giovanni Giusto, Delegato alle Tradizioni del Comune di Venezia delle nostre lenti-oselle del 40°.

Questa nostra 39a Prima vogada dell’anno - 2017, ha registrato una partecipazione da record non solo per il numero di Remiere aderenti e di appassionati di voga partecipanti, ma anche per la bella adesione dei nostri Soci.

In corteo, al seguito della nostra ammiraglia la Quatordesona “Mestrina”, c’era la Bateła, quindi 5 Caorline e due Sandoli, mentre, presso la Casa di Riposo un altro gruppo di Soci arrivati in Barca appoggio si prodigavano per scaricare doni e prodotti alimentari e per preparare i tavoli del rinfresco.

In totale, nonostante le defezioni dell’ultimo momento per influenze o altri imprevisti, abbiamo partecipato in 62 Soci giunti a destinazione a bordo di 10 fra le barche più “socialmente” importanti della nostra meravigliosa Flotta!

Un ringraziamento va a tutti per questa bella partecipazione oltre ad un doppio ringraziamento per chi ha dedicato un impegno particolare per la riuscita della manifestazione:

-       Giorgio Timini e Nicoletta Chiaruzzi per l’acquisto dei doni per gli ospiti e dei generi alimentari;

-       Luciano Dei Maddalena per la preparazione del vin broulé;

-       Danila Colecchia e Daniela Costantini per le pratiche dei permessi e i contatti;

-       Paolo Argenti per la conduzione della barca appoggio e per la preparazione del rinfresco insieme allo staff di appoggio formato dalla moglie di Paolo Dolores, Nicoletta nel ruolo anche di cambusiera e direttrice di coro supplente, Rosalba Ventre e Antonia Scarpa;

-       il Coro che ha animato l’incontro con gli anziani ospiti accompagnato dall’eclettico musicista Luigino Semenzato e da Enzo Scarpa;

-       Alberto Crocicchio pope della quatordesona che, coadiuvato da Alberto Bastasi in sentina e Lorenzo Bizio primo remo, ha condotto un equipaggio attento e collaborativo.

-       Ancora Paolo Argenti e Daniela Costantini per le foto e quest’ultima per l’aggiornamento della pagina Facebook del Gruppo.

-       Antonio Trombetta per la pubblicazione di foto e testi sul sito. 

Quindi un corale grazie a tutti per aver contribuito con bello spirito di collaborazione alla riuscita di questo primo importante appuntamento e tradizione della nostra Associazione!

Per Venezia e la sua Laguna, per San Marco, per la Terraferma e le sue Acque, per un 2017 di Voga, di salute e solidarietà!”

 

Grazie

Silvia Maguolo

 

Sport & Amicizia

 

In neanche  24 ore tre eventi remieri  hanno  coinvolto  più  di venti  nostri  soci in competizioni di vario  livello.


Il top tecnico per la  specialità "doppia valesana mista" (sabato 3 dicembre pomeriggio, organizzazione G.S.V.V.M.) durante la quale il vento e le onde per tutti e 4 i km hanno messo a dura prova gli equipaggi.

Al traguardo, in una bandiera rossa meritata fin dalle prime battute, la coppia Caporal Mary Jane/Zennaro  Eugenio, e poi ancora dei nostri atleti Luigina Davanzo in coppia con Pagliarin Lorenzo, bandiera verde e, ultimi, Antonio Trombetta in coppia con Natascia Gregori.  

E all’arrivo in sede G.S.V.V.M., il pomeriggio si è  chiuso  in bellezza  con le meritate premiazioni e il classico ristoratore rinfresco.


Domenica 4 dicembre mattina invece due manifestazioni in contemporanea.

A San Giuliano la “MaTiToci” sfida tra ‘debuttanti’, organizzata dal Casanova & Canottieri Mestre, nella quale Massimo Zennaro e Patrizia Visinoni si sono piazzati 1i e 2i classificati su 27 equipaggi, e che ha inoltre avuto la partecipazione di Nicoletta Chiaruzzi, di Giorgio Timini e Loriana Pellizzon...

Mentre alla Regata “Lui e lei  sotto le stelle” di Natale a Mira (organizzazione G.R. Rivierasco  MIRA), la formula “lui e lei” è stata garantita anche grazie alla massiccia partecipazione di 10 nostri regatanti e sono state ottenute le ottime posizioni di: Emanuela Barbiero - bandiera  verde; Chiara Ghirardo e Marco  Gallo - bandiera bianca; Daniela Costantini e Nicola Barbiero - bandiera  rossa.

Tra gli atleti, andrebbero ricordati tutti, ma la lista è davvero lunga, vanno però menzionati Natascia Gregori e Cristiano Peroni (G.R. Grado Voga) che con la partecipazione alla doppia valesana e alla regata di Mira, hanno dimostrato una straordinaria resistenza, determinazione e simpatia.

In queste tre sfide hanno vinto il sano desiderio  di portare  alla massima diffusione  questa disciplina e lo stare in amicizia nonostante i differenti  risultati.

regata doppia valesana mista

 

Sabato  3/12/2016

 

Ancora un’altra Regata organizzata in questo dinamico 40esimo dalla fondazione del G. S. Voga Veneta Mestre!

E ancora una volta una formula mista “Uomo-Donna”, con una specialità, la DOPPIA VALESANA, che, oltre la Valesana donne (17a edizione disputata il 30 ottobre) è cara alla nostra tradizione ed è stata riproposta dal nostro Antonio Trombetta e da Valesana.it come Regata intersociale a coppie fisse.

E le coppie miste di vogatore e vogatrice, che ormai possiamo ben definire di Regatanti amici provenienti da Associazioni veneziane, ma anche della Terraferma e della Laguna di Grado, oltre che ovviamente della nostra Associazione, nonostante alcune defezioni e delle condizioni meteo che fino all’ultimo hanno reso incerta la possibilità di svolgimento, si sono presentate per disputare questa regata unica nel suo genere.

E anche questa volta, la sportività ed il fair play hanno contraddistinto una Regata combattuta, e comunque sempre bella e corretta!

Una Regata di alto valore “tecnico” nella quale si esprimono energia, intesa e sincronia!

Qualità queste, necessarie per vivere anche la voga quale disciplina da praticare sportivamente insieme, non tanto come banco di prova per misurare la forza ‘muscolare’ del singolo contro l’altro, ma come luogo/tempo di incontro nel quale esprimere sinergia di forze “diverse”, attente a percepire e a realizzare, in coppia, un gesto atletico fluido ed armonioso, in una performance di equilibri e rispetto!

Anche questa una bella occasione promossa e organizzata dal G.S. Voga Veneta Mestre per riaffermare l’impegno sportivo e la positività dell’apertura a nuovi confronti e alla bellezza del vogare insieme!

 

Regolamento interno

Codice comportamentale del socio

Il socio è tenuto a mantenere in ogni occasione un contegno dignitoso ed in linea con i principi etici enunciati nello Statuto sociale, esprimendosi con maniere e termini corretti secondo la migliore tradizione della Società e nel rispetto dell'ospitalità e delle particolari finalità formative ed educative della stessa.

[ leggi tutto l'articolo ]

Questo sito utilizza i cookies
Utilizziamo cookies di sessione per rendere più fluida la tua navigazione e di terze parti a soli fini statistici. Continuando la navigazione esprimi il tuo consenso all'utlizzo dei cookies nel rispetto della normativa in vigore.